Domenica 15 Dicembre 2019

Eugenio Trani, Maria Concetta Palermo - Movimento Civico Ladispoli Città Giuseppe Loddo - Movimento Civico Si può fare Fabio Ciampa - Insieme per Ladispoli Federico Ascani, Marco Pierini - Partito Democratico replicano al vice sindaco Perretta In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Lunedì, Giugno 03, 2019 11:30

( riceviamo e pubblichiamo) Replica dell’opposizione all’intervento del Vice Sindaco Perretta sul Piano di Salvamento di Ladispoli.

Nella giornata di ieri è stato pubblicato da un giornale locale online un articolo sulla prossima stagione balneare e il piano di salvamento che sarà portato avanti dall’amministrazione comunale con degli sponsor. Una serie di informazioni dunque ordinarie, condite però da dichiarazioni gravi e fuori luogo del Vicesindaco Pierpoalo Perretta che attribuisce la responsabilità  del non ripetersi dell’esperienza sul piano di salvamento alle indagini giudiziarie scaturite dalle modalità di affidamento del servizio stesso e dalla raccolta dei rifiuti in spiaggia nel piano dello scorso anno. Teniamo a sottolineare che nessuno di noi ha speculato sulla questione giudiziaria in questione e che sui temi importanti riguardanti la costa, ad esempio, nessuno dei componenti di questa opposizione si è mai sottratto, dando il proprio contributo costruttivo. Non ultimo il voto favorevole a punti che riteniamo importanti come la variante sui campeggi e la variante turistico-ricettiva riguardante le zone antistanti al mare. A proposito, che fine hanno fatto? 

Che cosa fa invece il vicesindaco? A rilievi giunti da più parti, che hanno diversi volti e che hanno trovato anche da parte della Magistratura una necessità di approfondimento, risponde in modo intimidatorio e accusando non si sa bene chi. Che l’operato degli amministratori venga sottoposto a critiche, controlli e verifiche è parte del processo democratico a garanzia dei cittadini stessi. E in passato non sembra aver suscitato lo sdegno che oggi ravvisiamo nelle parole di chi è al governo della città. 

L’accusa becera con un amaro retrogusto di minaccia velata chiama in causa tutti. Aver raccolto dubbi e perplessità espressi nei confronti di un affidamento pubblico è tra i compiti a cui è chiamato un consigliere comunale. Questo linguaggio scomposto e in alcuni tratti intimidatorio non è accettabile ne in alcun modo utile alla città che avrebbe bisogno di un’attenzione costante e energica in molti settori, oggi in sofferenza. Ci auguriamo che il vicesindaco Perretta si renda conto degli errori e degli insuccessi che stanno caratterizzando la sua azione amministrativa, invitandolo a fare  un minimo di autocritica. La città ha necessità di altro, ed è tempo che se ne accorga anche il vicesindaco, impegnato invece a lanciare anatemi e far sembrare che ogni fallimento dell'amministrazione è frutto di complotti e ostruzionismi.

Eugenio Trani, Maria Concetta Palermo - Movimento Civico Ladispoli Città

Giuseppe Loddo - Movimento Civico Si può fare 

Fabio Ciampa - Insieme per Ladispoli

Federico Ascani, Marco Pierini - Partito Democratico

 

Share |
Ultima modifica il Lunedì, 03 Giugno 2019 11:40