Domenica 15 Dicembre 2019

Giuseppe Loddo: 2 Giugno 2019 - W la Repubbica In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Domenica, Giugno 02, 2019 13:02

Il 2 giugno è una ricorrenza profondamente significativa. Si ricorda il referendum del 2 e 3 giugno 1946 con il quale gli italiani hanno scelto la Repubblica come forma di stato.



Era appena finita la guerra, non solo il secondo conflitto mondiale, era finita anche la guerra civile che aveva visto contrapposti italiani sostenitori della repubblica di Salò e della dittatura fascista ad italiani appartenenti alle forze di liberazione.

La scelta della Repubblica come forma di stato ha segnato l'inizio della storia moderna della nostra Italia.

La parata delle forze armate e la deposizione della corona di alloro al milite ignoto sono simboli tesi a ricordare che la Repubblica, la democrazia ed i diritti, che oggi diamo per scontati, sono stati ottenuti con il sacrificio e con il sangue.

A distanza di 70 anni il ricordo di quei accadimenti che hanno segnato il destino e le vite di molti tende ad affievolirsi e anche i simboli perdono l'energia evocativa fino ad essere trasformati a meri atti dovuti.

L’Italia sta vivendo un momento difficile, forse il più duro dal dopoguerra, la grande crisi economica che ormai perdura da quasi un decennio, la conseguente mancanza del lavoro e la contrazione dei diritti dei lavoratori, i profondi mutamenti della società generano inevitabili tensioni sociali.

In questo difficile contesto socio economico trovano facile terreno idee e ideologie che poco incidono sulla risoluzione dei problemi suddetti ed alcune di esse in netta contraddizione con i valori della Repubblica e della Carta Costituzionale.

L’Italia ha urgente bisogno di una classe dirigente che, nonostante le diverse appartenenze politiche e le differenze ideologiche, lavori unita al bene e all’interesse comune, ispirandosi al lavoro dei Costituenti.

Ha bisogno di assistere a dibattiti corretti e leali.

Ha necessità del impegno e del lavoro di tutti.

Diversamente toccheremo il fondo, accompagnati dagli schiamazzi della perenne campagna elettorale.

W l’Italia – W la Repubblica

Giuseppe Loddo

Share |