Mercoledì 13 Novembre 2019

LADISPOLI AVRA' CINEMA E TEATRO In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Lunedì, Maggio 06, 2019 12:03

La Commissione di Gara di Città Metropolitana ha formulato l’aggiudicazione provvisoria del bando per la funzionalizzazione e programmazione culturale dell’AuditoriumLadispoli, entro un anno torna il cinema – Individuato finalmente chi si occuperà di rimettere in sesto e riaprire l’Auditorium Massimo Freccia.

 

Nei mesi scorsi l’amministrazione aveva infatti inoltrato a Città Metropolitana il bando di gara per l’affidamento dei lavori e della gestione della struttura all’ingresso sud di Ladispoli, sulla Settevene Palo. E ora, da Città Metropolitana è finalmente arrivata l’aggiudicazione provvisoria dell’Auditorium. “Nel giro di un mese – ha spiegato l’assessore ai lavori Pubblici Veronica De Santis – saranno espletate dalla stazione appaltante tutte le verifiche riguardanti il possesso dei requisiti dell’aggiudicatario”.

 

L’assessore, che segue l’iter del progetto insieme all’assessore alla Cultura Marco Milani, ha ricordato che “come sancito dal bando di gara, la società appaltante dovrà garantire l’apertura del cine-teatro entro massimo 12 mesi, per altri interventi di miglioria e funzionalizzazione ci saranno invece 24 mesi di tempo”.Il privato, come spiegato nei mesi scorsi dalla stessa amministrazione comunale dovrà occuparsi in primis del completamento delle opere assenti che avevano provocato la chiusura del Massimo Freccia, inaugurato dalla precedente amministrazione, per poi essere chiuso nel giro di poco tempo a causa della mancata messa a norma dell’impianto elettrico e dell’assenza dell’Unità di trattamento dell’aria (il riscaldamento).

 

Opere per un costo di 230mila euro circa.Ovviamente oltre al teatro, si punta alla riapertura di un cinema.Dopo la chiusura dello storico cinema Lucciola, in pieno centro cittadino, gli amanti del grande schermo erano e sono ad oggi, costretti a migrare verso la vicina Cerveteri o a Parco Leonardo, per poter assaporare un bel film.Nel bando, l’amministrazione, avrebbe però contemplato anche la possibilità per il privato di investire in questo progetto, dotando una delle due sale di cui è composto l’auditorium, del grande schermo e delle apparecchiature necessarie al ritorno del cinema a Ladispoli. I locali del Massimo Freccia, oltre alla sala principale avrebbero infatti una seconda location con all’incirca 100 posti a sedere che se riqualificata e allestita potrebbe diventare un secondo teatro che, perché no, potrebbe essere utilizzato proprio dalle associazioni del territorio. E a tal proposito, quello cioè di concedere alle compagnie teatrali locali un posto dove potersi esibire, il sindaco Grando, annunciando l’ultimazione del bando, aveva annunciato che una delle condizioni inserite era la concessione all’amministrazione comunale di 80 serate.Il privato che si occuperà dell’auditorium, in questo modo, riserverà delle serate, al Comune per permettere le esibizioni delle compagnie teatrali e associazioni del posto.Ci auguriamo – ha concluso l’assessore De Santis – che tutto proceda secondo la tabella di marcia, cosicché da rendere finalmente agibile ed operativo questo prestigioso spazio socio-culturale indispensabile per la nostra città, che avrà nuovamente un cinema e un teatro con un grande cartellone artistico”.

Share |