Giovedì 14 Novembre 2019

In biblioteca con “Intelligenza prigioniera: gli scritti di Moro durante il sequestro” In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Lunedì, Maggio 06, 2019 11:41

Al via il sesto appuntamento del ciclo “7 conferenze”: oltre i confini a distanza di secoli la complessità della storia In biblioteca con “Intelligenza prigioniera: gli scritti di Moro durante il sequestro”

 

Dopo la pausa per le festività pasquali, torna in biblioteca l’appuntamento con il ciclo “7 conferenze: oltre i confini a distanza di secoli la complessità della storia”.Questa volta si parlerà di storia e umanità con la conferenza: “Intelligenza prigioniera: gli scritti di Moro durante il sequestro”.A parlarne al pubblico sarà Michele Di Sivio, direttore coordinatore dell’Archivio di Stato di Roma e di Viterbo, curatore del restauro e dell’edizione critica del memoriale di Aldo Moro scritto durante il sequestro.L’incontro sarà interamente dedicato alla figura di Aldo Moro e in particolare alla scoperta degli scritti da lui prodotti durante la prigionia del 1978.L’insieme dei testi scritti da Moro, le lettere e il memoriale, sono da considerarsi patrimonio dell’umanità.

 

“Negli scritti della prigionia di Moro – ha scritto Di Sivio – la forza e la fragilità erano insieme sin dall’inizio: c’è in queste lettere l’eminente uomo politico, uno dei più influenti dell’epoca, che si trova prigioniero di terroristi e “sotto un dominio pieno e incontrollato”.

 

L’evento è inserito nel programma 2019 della campagna nazionale del Maggio dei Libri.

 

 

L’inizio dell’incontro è fissato alle 16.15 dell’8 maggio.

 

Share |