Venerdì 24 Maggio 2019

Amore a prima vista tra i rappresentanti della Russia di Voronezh, in visita a Ladispoli, e l'Orchestra giovanile Massimo Freccia diretta dal Maestro Massimo Bacci In evidenza

Vota questo articolo
(27 Voti)
Sabato, Aprile 20, 2019 18:10

 IL MAESTRO BACCI E L'RCHESTRA GIOVANILE "MASSIMO FRECCIA" INVITATI IN RUSSIA In una Sala Polifunzionale stracolma, alla presenza di una folta delegazione russa, domenica scorsa si è conclusa la seconda serie di concerti di “VIVIMusica 2019”, la Stagione concertistica dell’Associazione Massimo Freccia realizzata con l’Assessorato alla Cultura della città di Ladispoli.

Un successo clamoroso, ben sintetizzato dalle parole finali dall’assessore alla Cultura Marco Milani indirizzate all’OgMF e al suo direttore: “Ci avete reso orgogliosi di essere di Ladispoli e italiani di fronte alla rappresentanza russa”.

Quattro esecuzioni esemplari.
Dalla Quinta sinfonia di Beethoven, in assoluto una della composizioni più celebri, conosciute e acclamate del repertorio sinfonico di ogni tempo, condotta con grande carisma e profondità, alle vertiginose Danze Polovesiane di Borodin che hanno letteralmente entusiasmato tutto il pubblico, specialmente gli ospiti russi ai quali era dedicato. Trasporto e potenza allo stato puro!

A seguire il Peer Gynt di Grieg con le atmosfere rarefatte del famoso “mattino” iniziale, curate con sonorità molto ricercate ed evocative, fino alla velocissima marcia che implacabilmente procede in un travolgente crescendo di tutta l'orchestra.

Gran finale con la Carmen di Bizet.
In questa Suite, Massimo Bacci ha trascinato un’OgMF letteralmente in stato di grazia, un’interpretazione che ha raggiunto una fascia emozionale incredibilmente estesa, dalla commozione alla danza sfrenata, dal sogno alla sensualità dello spirito libero di Carmen; un’esecuzione che ha esaltato le doti solistiche delle prime parti dell’OgMF, magnifiche, dal Primo violino al flauto, dalla tromba all’euphonium.

Gli applausi finali, interminabili, convinti e calorosissimi, hanno posto il sigillo ad un evento impossibile da dimenticare, un’altra prova dell’incredibile livello raggiunto da quest’orchestra sinfonica giovanile che il direttore Massimo Bacci sta plasmando da anni grazie all’impulso, ai consigli e al materiale musicale del grandissimo Maestro Massimo Freccia e di sua moglie Nena Azpiazu.

Il 10, 11 e 12 maggio appuntamento per la terza serie della Stagione concertistica 2019; una due giorni di Musica da Camera e solistica e, il 12, concerto sinfonico dedicato al grande repertorio russo.
Massimo Bacci dirigerà l’Orchestra giovanile Massimo Freccia nell’Ouverture-Fantasia “Romeo e Giulietta” di Tchaikovsky e nella monumentale “Quinta Sinfonia” di Shostakovich.

 

Share |
Ultima modifica il Sabato, 20 Aprile 2019 18:22