Lunedì 18 Ottobre 2021

E’ partita la Prima Rassegna di Musica da Camera 2017 dell’AMF In evidenza

Vota questo articolo
(186 Voti)
Martedì, Maggio 02, 2017 11:56

Una vera standing ovation allo straordinario flautista Michele Forese ha caratterizzato la fine del secondo appuntamento della Rassegna di Musica da Camera della Stagione concertistica 2017 dell’Associazione Massimo Freccia.

A Ladispoli, nello scorso fine settimana, un folto pubblico ha gremito la Sala Polifunzionale sia nei primi due concerti dei giovani solisti dell’Orchestra giovanile Massimo Freccia che nell’Open-Day dell’AMF realizzato nella giornata di domenica.

Sabato sera nel concerto “Gran Duo”, importanti opere di Beethoven, Schumann e Kreisler sono state eseguite con freschezza e grande rigore stilistico dalla violinista Roberta Vaino ed il pianista Alessandro Ciogli e dal duo formato dal violinista Giorgio Galli ed il M° Paolo Ciogli.

Nel primo Open-Day 2017, dalla domenica mattina fino a sera, è stato un susseguirsi di esibizioni, prove aperte e lezioni concerto, dai piccoli dell’Orchestra Massimo Freccia Junior ai giovani concertisti che hanno avuto modo di poter testare in pubblico i prossimi concorsi, fino ai graditissimi ospiti del Gruppo di chitarre del M° Leonardo Gallucci e del Coro giovanile del M° Alessandro Borghi.

Il secondo concerto della Rassegna concertistica, “Flauto & Friends”, ha visto protagonista assoluto il flauto di Michele Forese, solista e Primo flauto dell’OgMF, ormai ben oltre la giovane promessa concertistica.

Dalle Variazioni di Mercadante sul mozartiano “La ci darem la mano” alle opere di Kulhau, Honneger, Koehler fino a “Pièce” di Ibert, Michele Forese ha presentato un ricco programma solistico che ha dominato con grandissima sicurezza, con estrema padronanza tecnica messa al servizio di una sorprendente maturità musicale.

Ma la serata si è caratterizzata da due proposte che hanno fatto scattare in piedi il pubblico in un interminabile applauso.
La prima, “Sonata per flauto e pianoforte” di Leonardo Fauci, ha visto interagire il flautista direttamente con il compositore nella veste di pianista; cosa dire? Minorenni entrambi, hanno letteralmente stupito tutti!
Una travolgente “Carmen” di Bizet, nella trascrizione di Francois Borne, è stato il gran finale che un infaticabile Michele Forese e il M° Paolo Ciogli hanno donato al pubblico presente.

Appuntamento per il 13 e 14 maggio, sempre alla Sala Polifunzionale, per il terzo e quarto concerto della Rassegna di Musica da Camera 2017 dell’Associazione Massimo Freccia.

Il tutto nella pagina Facebook dell’ Orchestra giovanile Massimo Freccia
e nel sito www.associazionemassimofreccia.it

Share |