Martedì 9 Agosto 2022

CERVETERI – LADISPOLI MOVIDA PIU’ SICURA, SCATTA L’OPERAZIONE INTERFORZE “DAI MONTI AL MARE” In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Domenica, Luglio 03, 2022 21:24

Polizia di Stato del Commissariato di Ladispoli, Guardia di Finanza e per la prima volta, la Polizia Locale di Cerveteri, dalle prime ore del pomeriggio a notte inoltrata, hanno presidiato diversi punti del territorio, con modalità operative adattate alle caratteristiche dei luoghi.

Identificate oltre trecento persone controlli a decine di esercizi commerciali, tra Campo di Mare, Cerveteri, Ladispoli e Marina San Nicola, con varie denunce e sanzioni. Altro fine settimana all’insegna della sicurezza sul litorale, finalizzato ad una movida più sicura, grazie all’imponente spiegamento di uomini e mezzi, messi in campo dal coordinamento interforze. Comincia a dare risultati, “la sinergia”, predisposto dal commissariato della Polizia di Stato di via Vilnius, regolato dal dirigente Dottor Federico Zaccaria, con Polizia locale di Cerveteri, Ladispoli e Guardia di finanza. “Dai monti al mare”, questa, potrebbe essere definita l’operazione scattata contemporaneamente nelle due città oltre alle frazioni di Cerenova e Marina San Nicola, durata dalle prime ore del pomeriggio di sabato, sino a notte fonda, che ha consentito di individuare sulla via Settevene Palo, nel cuore della città etrusca, un magrebino ricercato per reati contro il patrimonio pubblico e privato. L’uomo, 40enne, si sarebbe macchiato di estorsione e anche tentato omicidio ed è stato per questo espulso. I controlli sono poi proseguiti anche con la collaborazione del Reparto Prevenzione del Crimine, con personale inviato da Roma e specializzato per controlli straordinari Sono state fermate più di 300 persone, ed individuati anche diversi pregiudicati in prossimità di alcuni locali finiti ora nel mirino degli investigatori. Alcuni dei quali sono stati sanzionati per anomalie amministrative, legate soprattutto alla contabilità e al ruolo dei propri dipendenti. Il coordinamento interforze per la prima volta ha dato vita anche a pattugliamenti appiedati. Ad un 18enne è stata ritirata la patente perché sorpreso a guidare con un’auto di una cilindrata troppo grande per la sua età. E poi altri automobilisti sono stati sanzionati per il codice della strada.

Share |