Lunedì 18 Ottobre 2021

LOCALE VENDE SUPERALCOLICI A MINORENNI, UNA RAGAZZA FINISCE IN OSPEDALE LA POLIZIA LO CHIUDE In evidenza

Vota questo articolo
(1 Vota)
Venerdì, Agosto 13, 2021 8:12

Emesso dal Questore 1 provvedimento di chiusura ex art. 100: la Polizia di Stato chiude 1 esercizio commerciale

a Civitavecchia

Nel corso di specifici servizi, svolti a Civitavecchia e  sul litorale,  volti a monitorare e a contrastare il fenomeno della movida, reprimendo le attività illecite e sanzionando la somministrazione e la vendita di bevande alcoliche a minori, la Polizia di Stato ha notificato un provvedimento, ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S., di chiusura di 10 giorni di un locale.

Il Questore di Roma  ha emesso il Provvedimento a seguito del procedimento istruito dalla Divisione Amministrativa e Sociale, diretta da Agnese Cedrone, in relazione ad un grave episodio, successo nel locale qualche giorno fa, quando una ragazza di 16 anni è finita in ospedale per abuso di sostanze alcoliche consumate all’interno dell’ esercizio commerciale. E’ accaduto il 9 agosto scorso quando alcuni ragazzi, quasi tutti minorenni, si erano dati appuntamento all’interno del locale per trascorrere la serata. Qui hanno consumato vodka e tequila senza che l’addetto alla somministrazione chiedesse loro i documenti per accertare la loro identità. La serata è proseguita fino a quando la ragazza è caduta a terra, priva di sensi, tanto da richiedere l’intervento di personale del 118 e il suo successivo trasporto in ospedale. L’atto è stato notificato ieri dagli agenti del commissariato di Civitavecchia, diretto da Paolo Guiso, che avevano altresì provveduto ad effettuare il primo intervento e a soccorrere la ragazza in concomitanza del verificarsi dell’episodio.

Share |